Xagena Mappa
Medical Meeting
Onco News
Xagena Salute

L’infezione da HIV aumenta il rischio di tubercolosi


L’infezione da virus dell’immunodeficienza acquisita ( HIV, human immunodeficiency virus ) è responsabile dell’incremento del rischio di tubercolosi.

L’incidenza di tubercolosi polmonare è stata stimata in minatori con e senza infezione da HIV, in uno studio retrospettivo di coorte.

Dei 23.874 minatori esaminati, 17.766 sono risultati negativi all’HIV all’arruolamento, 3.371 sono risultati positivi al momento dello studio, e 2.737 hanno subito sieroconversione durante il periodo di follow-up ( 1.962 hanno avuto sieroconversione nell’arco di 2 anni o meno ).

Sono stati analizzati 740 casi di tubercolosi.

L’incidenza di tubercolosi è stata di 2.90casi/100 persone-anno a rischio nei minatori positivi all’HIV, ed è stata di 0.80 casi/100 persone-anno a rischio nei minatori negativi all’HIV ( RR aggiustato = 2.9 ).

L’incidenza di tubercolosi è raddoppiata nell’arco del primo anno dell’infezione da HIV ( RR aggiustato = 2.1 ), con un ulteriore lieve aumento nei minatori positivi all’HIV per periodi più lunghi, fino a 7 anni.

Il rapido aumento del rischio di tubercolosi dopo infezione da HIV è risultato inaspettato.
Gli attuali modelli predittivi dell’incidenza di tubercolosi sottovalutano l’effetto dell’infezione da HIV nelle aree nelle quali la tubercolosi è endemica. ( Xagena2004 )

Sonnemberg P et al, J Infect Diseases 2005 ; 191 : 150-158

Infect2004 Pneumo2004


Indietro